“Territori accoglienti”, workshop sulle buone pratiche diffuse in Italia.

“Terzo settore e enti locali: dalle pratiche alle sfide future”

24 novembre 2018 ore 8.30-14:30
Auditorium Palazzo Paolo Prodi (Lettere), Università degli studi di Trento (Via Tomaso Gar, 14)

 

Trentuno pratiche diffuse in tutto il Paese, dalla Calabria al Trentino, sei ambiti in cui si declina in modo originale la capacità di rispondere alla sfida migratoria (inserimento lavorativo, abitare, aree rurali e montane, relazioni con la pubblica amministrazione, gestione dei conflitti, salute e accesso alle cure). E uno spazio per raccordare simili esperienze, intrecciarle. Il titolo del workshop organizzato da Euricse – in agenda sabato 24 novembre all’università di Trento (dipartimento di Lettere) – è di per sé esplicativo: “Territori accoglienti. Terzo settore e enti locali: dalle pratiche alle sfide future“. L’intento è far emergere esperienze già avviate e replicabili; buone pratiche spesso sommerse e scarsamente conosciute. Nel corso della mattinata nelle sessioni parallele troveranno spazio e voce cooperative, imprese sociali, Comuni e consorzi che quotidianamente danno senso all’accoglienza. Tra gli ospiti della tavola rotonda conclusiva: Daniela Di Capua, direttrice del servizio centrale SPRAR, Stefano Granata, presidente Federsolidarietà, Cosimo Palazzo, direttore area emergenze sociali (Comune di Milano), Anna Fasano, vicepresidente di Banca Etica, Matteo Biffoni, sindaco di Prato e delegato ANCI per le politiche migratorie, don Giusto Della Valle, della parrocchia di Rebbio (Como).

Informazioni:
partecipazione gratuita

http://www.euricse.eu/it/territori-accoglienti-workshop-di-euricse-sulle-buone-pratiche-diffuse-in-italia/