Emergenza Siria

L’impegno di Cooperativa Farsi Prossimo

A più di quattro anni dall’inizio della crisi (marzo 2011) il bilancio della guerra che insanguina la Siria ha assunto dimensioni spaventose: sono almeno 250.000 le vittime tra i civili, secondo le più recenti stime ONU, tra cui 16.000 bambini. Il numero di rifugiati siriani che fuggono dal paese è aumentato drammaticamente, si stimano 4.000.000 di persone e più del 50% sono bambini e minori. Molti di loro, circa 2.200.000, sono scappati in Libano, Giordania, Turchia, Iraq ed Egitto ma è sempre più alto il numero di siriani che cerca protezione in Nord Africa e Europa. (dati UNHCR)

Nell’agosto 2013 i primi profughi siriani sono arrivati a Milano e lentamente il fenomeno ha assunto proporzioni rilevanti. La maggior parte delle persone accolte sono giunte a Milano provenienti da diverse località del Sud Italia per poi dirigersi verso paesi del Nord Europa. Da ottobre 2013 il Comune di Milano, in collaborazione con diversi enti del terzo settore tra cui Cooperativa Farsi Prossimo, ha predisposto un piano per far fronte all’emergenza. Dal 18 ottobre 2013 ci occupiamo quindi dei profughi siriani privilegiando l’accoglienza di nuclei familiari. Visto l’alto numero di famiglie accolte, abbiamo ospitato moltissimi bambini. E’ da sottolineare la presenza massiccia di minori a seguito anche di un solo genitore (nella maggior parte dei casi madre con uno o più figli). Dal punto di vista gestionale abbiamo quindi allestito gli spazi per offrire diversi servizi: assistenza medica, spazio ludico-ricreativo per i bambini, magazzini per lo stoccaggio di alimenti, medicinali, capi d’abbigliamento, guardaroba, lavanderia, mensa oltre che chiaramente l’infermeria, i bagni, le stanze da letto.

Dall’inizio dell’emergenza a giugno 2015, Caritas Ambrosiana e la Cooperativa Farsi Prossimo hanno accolto più di 12.000 persone (il 40% minori tra cui molti neonati) in diverse strutture: prima in via Novara, poi nell’ex scuola del Comune di via Fratelli Zoia, poi in via Monluè ed infine a Casa Suraya nel complesso di via Padre Carlo Salerio 51.

Vogliamo ringraziare di cuore tutte le persone, associazioni e aziende che  ci stanno aiutando attraverso la donazione di  tutto il necessario per accogliere con dignità uomini, donne e bambini.
Un ringraziamento particolare a Alsco, Amref, Artcrafts, Associazione Caf Onlus, Associazione l’Abilità Onlus, Associazione Polisportiva Parrocchia San Francesco – Cesate, Auchan, Casa Chiaravalli, Centro Culturale turco islamico, Consorzio Sis, Cooperativa Chico Mendes, Decathlon Baranzate, Dimensione Danza, Farmacia Solari, Floricoltura Giulia e James, Fondazione Aiutare I Bambini, Fondazione Rava, Hilton Milan, Galli srl, Henkel, Labor baby, Ipercoop Centro Sarca, Peg Perego, Prenatal, Prologis, Qvc, Rotary Club Milano Nord Est.

La ristrutturazione di Casa Suraya è stata realizzata anche grazie al contributo del progetto Dona Valore www.donavalore.it

RASSEGNA STAMPA

TESTIMONIANZE

Lettera di ringraziamento alla Cooperativa Farsi Prossimo, al Comune di Milano e ai cittadini da parte dei profughi siriani ospitati presso il centro di via Zoia

GALLERY

VIDEO

CASA SURAYA – INAUGURAZIONE (20 GIUGNO 2014)

VIDEO

CASA SURAYA – LA NUOVA DIMORA PER L’ACCOGLIENZA DELLE FAMIGLIE

Dopo settimane, mesi o addirittura anni di viaggio, le famiglie siriane trovano finalmente un luogo dove riposare, curare le ferite fisiche e morali dei loro bambini, prima di riprendere il viaggio che li condurrà alla méta del Nord Europa. La coop. Farsi Prossimo ha finanziato e collaborato alla ristrutturazione di questo luogo, in cui le persone possono ritrovare anche – e prima di tutto – la loro dignità di esseri umani.
In questa casa è stata accolta SURAYA, la prima bimba siriana nata a Milano nei giorni terribili della guerra, a cui questo video è dedicato.

IN FUGA DALLA SIRIA – TG3